giovannamelandri

Olivo Barbieri. Immagini 1978 – 2014

In Senza categoria on maggio 29, 2015 at 11:48 am

Introduzione

Dai portici delle docili città emiliane alle reticolari megalopoli del pianeta, dagli stadi affollati ai profili mutevoli di certi spazi naturali: il percorso compiuto da Olivo Barbieri nella sua quarantennale carriera è avventuroso e ricco.

La mostra Olivo Barbieri. Immagini 1978-2014 che il MAXXI dedica al maestro emiliano intende restituire la complessità di questo percorso che non esito a definire “esistenziale” per vastità, dedizione, radicamento.

La scelta curatoriale di concepire una grande retrospettiva articolata in sette sezioni tematiche, ha lo scopo di interpretare l’ampiezza di una ricerca che certo non si esaurisce in un singolo tema o soggetto. Una scelta che rispecchia la volontà di declinare la missione culturale del museo attraverso un approccio capace di fornire nuovi strumenti critici.

E infatti la mostra è arricchita da video, materiali documentari, pubblicazioni, opere già presenti nella collezione del MAXXI, tutti strumenti attraverso cui il pubblico può ulteriormente cogliere la qualità del lavoro di Barbieri.

L’attenzione per questo autore non costituisce un interesse occasionale del MAXXI, ma è frutto del proseguimento di un progetto di promozione e conoscenza della fotografia contemporanea già avviato con la mostra monografica dedicata a Luigi Ghirri, nel 2013, cui è seguito l’omaggio a un altro maestro della fotografia italiana, Gabriele Basilico. Due poeti dello sguardo a cui si aggiunge ora Olivo Barbieri, altra figura chiave di quella generazione che ha saputo rinnovare la narrazione della realtà di un’Italia in trasformazione, con una sensibilità sempre interrogativa; mai banale.

Lo sguardo sottilmente indagatore di Olivo Barbieri ha abbracciato dagli anni Settanta ad oggi luoghi, contesti e soprattutto percezioni, interrogando incessantemente il nostro modo di guardare il mondo contemporaneo.

Una istituzione come il MAXXI, che fa della adesione al presente “contemporaneo” la propria missione, non può esimersi dal garantire un impegno forte e un sostegno costante a un campo come quello della fotografia, che nutre la conoscenza del mondo con la sua presa diretta.

Siamo lieti di aver condiviso la nostra missione in questa occasione con ENI, che ha immediatamente compreso il valore di questo vasto progetto di “visione” del mondo, commissionando ad Olivo Barbieri la realizzazione di un lavoro dedicato alla Costa adriatica, che arricchirà la mostra ed entrerà a far parte delle Collezioni di Fotografia.

Con questa mostra il MAXXI vuole offrire al suo pubblico una visione capace di strappare non solo un moto di stupore, ma anche di comprensione. Di lusingare l’occhio ma allo stesso tempo di provocarne la capacità conoscitiva.

I fotografi, i grandi fotografi, come Olivo Barbieri, ci aiutano a compiere questa missione; con la qualità delle proprie immagini e del proprio pensiero che si posa poetico e profondo sull’oggi.

Giovanna Melandri

Presidente Fondazione MAXXI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: