giovannamelandri

Il dolore per la morte di Miriam

In Senza categoria on aprile 9, 2012 at 11:12 pm

E adesso come facciamo Miriam senza di te? Come facciamo senza la tua intelligenza, senza i tuoi consigli, i tuoi rimproveri e le tue risate? Come facciamo senza di te a costruire quell’ Italia giusta e innovativa che hai sognato tutta la vita?

Non ce la facciamo, infatti. Da oggi, possiamo solo, volta per volta, provare ad immaginare cosa ci avresti detto tu, quali sentieri non convenzionali ci avresti suggerito di imboccare, quale conformismo avresti smascherato, e per quali riforme ti saresti battuta come una tigre, quali vecchie parole avresti buttato via e quali nuove parole avresti invece introdotto nel nostro vocabolario , ma soprattutto da Oggi senza di te dobbiamo immaginare quale futuro avresti voluto tu per le ragazze e I ragazzi di oggi in cui riponevi tanta fiducia e tante speranze.

E come faccio io senza di te Miriam? Amica adorata, mi mancherai immensamente per tutto. Per i pensieri lunghi, per le risate gentili, per la curiosita’ senza fine, per la liberta’ e per la fiducia, per l’esplorazione continua, per il pensiero di donna, per l’intensita’ tollerante, per il dono prezioso di un’ amicizia che ha cambiato la mia vita, per avermi sempre spinto oltre. Grazie Miriam.

Giovanna

Immagine

Annunci
  1. ero lì anche io, a pochi passi da lei, o da te, preferirei dire, visto che mi sembravi un volto familiare,Sono un autore televisivo, uno scrittore e un buon conoscente di Sara.Se cerchi “Depsa “su Google, mi riconoscerai.Faccio il tifo per la tua carriera politica e , soprattutto, affichè il tuo sorriso ti acccarezzi il volto a lungo. E adesso torno formale e LE auguro una buona notte, magari pensando alle cose belle che Miriam ci ha lasciati.

  2. esiste la possibilità di rinconrarLa, senza diver per forza aspettare i funerali di nuovi amici comuni ?Non ho favori da chiedere, ma solo il desiderio di scambiarci un saluto. Il mio indirizzo mail è info@depsa.it. il mio cell. 335.5257152. Grazie

  3. Se nonostante i consigli della Mafai ed anche di altri, non si è riusciti a costruire un’Italia più giusta ed innovativa, significa che, per trasformare i sogni in realtà, non sono sufficienti i consigli ed i rimproveri di qualche intelligente, capace e disponibile ad elargirli, ma che serve anche una capacità ricettiva da parte dei molti uditori ed estimatori che, forse a causa di organi di percezione non ben funzionanti , non sembra abbiano mai fatto tesoro di quanto sentito ed apprezzato, quanto meno in apparenza.
    Quando ci si arrocca solo a difesa dei propri privilegi raggiunti e non si è disposti a mettersi in gioco per provare strade alternative a quelle, vistosamente, fallimentari, le parole, per quanto sagge ed utili , dei veggenti, sembrano cadere su un terreno desolato ed arido, non foriero di alcun frutto, soprattutto per le giovani generazioni, per le quali tutti quelli che ci hanno lasciati, spendendosi, sembra siano passati invano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: