giovannamelandri

FINANZIARIA: FUS; MELANDRI, ACCANIMENTO TERAPEUTICO

In Senza categoria on marzo 10, 2011 at 2:04 pm

”Sapevamo ormai da tempo che il disegno del Governo era cancellare le politiche culturali portando ad esaurimento l’intero comparto. Nel caso del congelamento dei 27 milioni di euro di cio’ che resta del FUS, credo sia corretto parlare di accanimento terapeutico”. Lo dice Giovanna Melandri ndel Pd che suggerisce al Governo di ”evitare di sprecare del tempo nella ricerca di un nuovo curatore fallimentare per il Ministero dei Beni Culturali, a questo punto si assuma direttamente la responsabilita’ del Mibac il Ministro Tremonti”. ”L’uomo che voleva contrastare il ‘mercatismo’, e’ lo stesso che asfissia la cultura, risorsa vitale per costruire una via alta allo sviluppo per il nostro Paese. Piuttosto che investire risorse nella cultura, strumento per promuovere la creativita’, valorizzare la bellezza e produrre ricchezza civile e spirituale, Tremonti – ha concluso Melandri – ha preferito gettare del diserbante sui beni culturali”.

 

Annunci
  1. Gentile Dott.ssa Melandri,
    sono un giovane musicista, violoncellista diplomato al Conservatorio, e assisto allibito e angosciato al disfacimento della Cultura e della Musica in Italia.
    I miei datori di lavoro abituali (L’Orchestra Regionale Toscana, il Festival Puccini di Torre del Lago ) hanno dimezzato ( DIMEZZATO ) le loro attività per l’anno in corso, grazie ai Tagli scellerati, folli, ignobili di quel signore che si chiama Tremonti.
    Io, che oltre a suonare insegno ( precario, ovviamente ) al Liceo Musicale di Lucca, non riesco ugualmente a guadagnarmi da vivere autonomamente, nonostante anni di studio e sacrifici, nonostante il mio valore sia stato riconosciuto da molte Istituzioni importanti ( non suonerei con le Orchestre che ho nominato senza aver passato dure audizioni).
    Sarò costretto a iniziare a fare Audizioni all’estero, e per restare fuori Italia, non per un breve periodo, perché il mio Paese non mi permette di vivere dignitosamente suonando. E l’Italia è la Patria del Melodramma…..come suonano involontariamente ironiche queste parole. Oggi che c’è chi vede noi musicisti come parassiti, come gente che ruba lo stipendio dato che non”produciamo” una ricchezza immediatamente monetizzabile. Che grettezza, che schifo, dottoressa Melandri.
    Oggi su”Repubblica” l’articolo di Michele Serra è assolutamente perfetto, lo sottoscriverei dalla prima all’ultima pagina.
    Non voglio credere che la situazione resterà così, perché davvero in Italia lo Spettacolo e la Cultura moriranno, ma sul serio, senza più possibilità di speranza.
    A me resta l’amarezza di dover fuggire dal mio paese a causa di uomini miopi e mediocri che “pesano” i sacrifici di una vita le ore di studio giornaliere di un musicista come se fossero un sacco di patate al mercato.
    Scusi lo sfogo, ma so che lei si è sempre distinta per lucidità e ampiezza di vedute in un settore, quello culturale, che oggi avrebbe tanto bisogno della sua presenza.
    Un cordiale saluto.
    Simone Centauro.
    (se volesse rispondermi direttamente lo apprezzerei molto).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: