giovannamelandri

Archive for marzo 2011|Monthly archive page

Si faccia chiarezza sull’affidamento a privati dei giardini di Castel Sant’Angelo

In Senza categoria on marzo 31, 2011 at 9:28 am

“In merito alla notizia del bando sul rifacimento dei giardini di Castel Sant’Angelo, l’On. Coscia e l’On. Melandri annunciano che presenteranno, nelle prossime ore, un’interrogazione al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Galan. In particolare, le due parlamentari intendono capire quale sia l’effettivo livello di coinvolgimento del Mibac nella redazione di un intervento che prevede, in una delle aree storico-archeologiche più importanti della città, un lungo affidamento a soggetti privati, con la prospettiva di realizzare manufatti finalizzati ad attività ricreative e di ristorazione. “Ci chiediamo – dichiarano le due deputate del PD – se siamo di fronte, dopo la vicenda del Festival del Cinema di Roma, ad un nuovo scontro tra Ministero Beni Culturali e Comune. Chiediamo, inoltre, che su questa vicenda vi sia la massima trasparenza per tutelare il bene e per scongiurare qualunque tentazione speculativa.”

Comunicato stampa del 31/03/2011 dell’On. Maria Coscia e dell’On. Giovanna Melandri

 

Presentazione libro “Cosa resta del padre?” di Massimo Recalcati

In Senza categoria on marzo 29, 2011 at 9:44 am

Sabato 2 Aprile 2011 h18:00

presso Libreria Bibli, Roma (via dei Fienaroli, Trastevere)

presentazione del nuovo libro di Massimo Recalcati

“Cosa resta del padre?”

Fondi FUS: Melandri, Problema asfissia cultura resta irrisolto

In Senza categoria on marzo 23, 2011 at 2:08 pm

“Nonostante il salvataggio in extremis e
insufficiente del Fondo Unico dello Spettacolo il problema
dell’asfissia delle politiche culturali italiane rimane del tutto
irrisolto. Suggerisco al Governo e al nuovo Ministro di iniziare
a formulare seriamente una proposta per sostenere il patrimonio e
la produzione culturale italiana”. Lo dichiara Giovanna Melandri,
Pd. “Inutile altrimenti promuovere l’Italia come ha fatto il
Presidente del Consiglio in uno spot patinato se nel frattempo si
mortifica e avvilisce la nostra bellezza e cultura. Nei prossimi
giorni si leverà ancora una volta da molti teatri e piazze
italiane il grido disperato e dignitoso di tanti operatori della
cultura italiana messi a dura prova da due anni di totale miopia
e furia iconoclasta”.

RAI: MELANDRI (PD), PROPOSTA BUTTI RIDICOLA NEL MERITO E NEL METODO

In Senza categoria on marzo 15, 2011 at 11:49 am

La proposta del capogruppo Pdl in Vigilanza Rai Alessio Butti di alternare i format dei talk show televisivi per non dare spazio solo a Floris e Santoro? “La riteniamo abbastanza ridicola nel merito e nel metodo”. Cosi’ Giovanna Melandri, commissario di Vigilanza del Pd, intervenendo alla trasmissione di Rai3 Agora’. “Nel metodo dobbiamo chiederci – prosegue Melandri – cosa sia la commissione di Vigilanza sulla Rai. Non credo tocchi a noi stabilire e decidere come si forma il palinsesto del servizio pubblico. C’e’ un consiglio di amministrazione, che decide e che, peraltro, dovremmo sganciare dal meccanismo asfissiante e partitocratico. La proposta arriva in un tempo sbagliato e con un vizio di fondo. Ieri abbiamo salutato l’arrivo di Ferrara (su Rai Uno con ‘Qui radio Londra’, ndr): evviva Ferrara che arriva. Semmai si dia piu’ spazio ad altre voci. Qui, invece di fare una Rai come la Bbc indipendente e autonoma, in commissione di Vigilanza abbiamo la maggioranza che pretende sostituirsi al Cda rai. E’ veramente una cosa ridicola”.

FINANZIARIA:FUS;MELANDRI,DIMISSIONI CARANDINI SEGNO DISFATTA

In Senza categoria on marzo 15, 2011 at 11:36 am

”Le dimissioni di Carandini sono l’ultimo atto della disfatta, o meglio della Caporetto, del Governo nel settore delle politiche culturali”. Lo dice Giovanna Melandri del Pd che aggiunge: ”la decisione del presidente del Consiglio superiore dei Beni culturali rappresenta l’ennesimo colpo ad un Esecutivo che in tre anni ha sostanzialmente cancellato l’investimento pubblico per tutelare e promuovere la cultura, la storia ed il paesaggio del nostro Paese”. ”Si tratta – spiega – di una situazione ormai insostenibile, aggravata dall’atteggiamento dell’attuale, o forse ex, Ministro Bondi, che annuncia dimissioni da tutti attese ma che, nella realtà, non arrivano. Puo’ un Paese come il nostro non avere una salda guida in un settore strategico come quello dei beni culturali? Quanto tempo ancora, saremo costretti ad assistere a questo triste declino?”.

FINANZIARIA: FUS; MELANDRI, ACCANIMENTO TERAPEUTICO

In Senza categoria on marzo 10, 2011 at 2:04 pm

”Sapevamo ormai da tempo che il disegno del Governo era cancellare le politiche culturali portando ad esaurimento l’intero comparto. Nel caso del congelamento dei 27 milioni di euro di cio’ che resta del FUS, credo sia corretto parlare di accanimento terapeutico”. Lo dice Giovanna Melandri ndel Pd che suggerisce al Governo di ”evitare di sprecare del tempo nella ricerca di un nuovo curatore fallimentare per il Ministero dei Beni Culturali, a questo punto si assuma direttamente la responsabilita’ del Mibac il Ministro Tremonti”. ”L’uomo che voleva contrastare il ‘mercatismo’, e’ lo stesso che asfissia la cultura, risorsa vitale per costruire una via alta allo sviluppo per il nostro Paese. Piuttosto che investire risorse nella cultura, strumento per promuovere la creativita’, valorizzare la bellezza e produrre ricchezza civile e spirituale, Tremonti – ha concluso Melandri – ha preferito gettare del diserbante sui beni culturali”.

 

QUOTE ROSA CDA: MELANDRI, MARCEGAGLIA APRA CONFRONTO BIPARTISAN

In Senza categoria on marzo 9, 2011 at 12:03 pm

“Sono molto felice per la notizia dell’approvazione in commissione al Senato del ddl sulle quote rose nei consigli di amministrazione. Mi auguro sinceramente che lo spirito di collaborazione tra maggioranza ed opposizione, che oggi ha reso possibile questo passaggio, accompagni il provvedimento anche alla Camera”. Lo afferma Giovanna Melandri auspicando che “la politica faccia la sua parte” e rivolgendosi “al mondo dell’impresa attraverso la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, donna saggia ed autorevole”. “La proposta puo’ apparire, ad un primo sguardo, una forzatura, se pero’ andiamo ad osservare gli effetti nei paesi in cui sono stati adottati provvedimenti simili – osserva la deputata Pd – possiamo rilevare il miglioramento complessivo della qualita’ del management. Vorrei in questa giornata, rivolgermi proprio a lei, alla presidente Emma Marcegaglia, chiedendole di aprire un confronto con le parlamentari di maggioranza e di opposizione affinche’ – conclude – questo shock positivo che colpira’ il nostro sistema produttivo, faccia crescere insieme il valore delle donne ed il valore delle imprese”.

 

 

Cinecittà: Melandri, Istituzioni rispondano a grido d’allarme

In Senza categoria on marzo 8, 2011 at 6:25 pm

“Credo sia un dovere delle istituzioni e della politica rispondere celermente all’accorato grido d’allarme che proviene da Cinecittà. Un pezzo rilevante della cultura contemporanea del nostro Paese è a rischio. Cinecittà rappresenta un immenso patrimonio che non deve essere disperso. Ancora una volta, assistiamo ai frutti avvelenati di una gestione del settore culturale da parte di questo Governo assolutamente deleteria e negativa. Nel frattempo, il Ministro competente latita, limitandosi a minacciare a mezzo stampa dimissioni che tutto il mondo della cultura attende da tempo.”

 

8 MARZO: MELANDRI (PD), DONNE NON SONO UNICO SOGGETTO INDISTINTO

In Senza categoria on marzo 8, 2011 at 6:13 pm

”Il modo migliore per festeggiare questa ricorrenza sia smetterla di considerare le donne come un unico soggetto indistinto. Le donne sono tutte diverse e ognuna va considerata per cio’ che e”’. Lo ha dichiaratoGiovanna Melandri del Partito Democratico in un’intervista a Clandestinoweb in occasione delle celebrazioni dell’8 marzo.   La condizione delle donne in Italia, aggiunge la Melandri,  si puo’ riassumere in due parole,  ”le due parole che diedero origine a questa festa: il pane e le rose. Il pane inteso come attivita’ professionale e contributo al mercato dellavoro, le rose intese invece come creativita’,  fantasia, ingegno e unicita’ di ogni donna. Oggi noi donne abbiamo bisogno di ambedue le cose e quindi di un mondo fatto a misura di lavoro femminile e che sia in grado di mettere in rilievo l’unicita’ di ogni donna’

REFERENDUM: MELANDRI, NO ELECTION DAY? VERGOGNOSO SPRECO RISORSE

In Senza categoria on marzo 3, 2011 at 3:11 pm

”La scelta di non accorpare latornata delle elezioni amministrative con i referendum e’ unvergognoso spreco di risorse pubbliche”. Lo afferma in unanota Giovanna Melandri del Pd che ricorda i tagli, anche incampo sociale, che sono stati dec isi dal governo pertagliare le spese.   ”Nell’ultima finanziaria sono stati sostanzialmentecancellati dal bilancio dello Stato alcuni capitoli di spesaperno del sistema di protezione sociale come il Fondo perl’autosufficienza ed il Fondo per i servizi dell’infanzia. IlGoverno ha ridotto di oltre il 70% il fondo per le politichedella famiglia. Nel campo delle politiche culturali, i taglihanno messo in ginocchio l’interno comparto. C’e’ imbarazzodella scelta delle cose che si sarebbero potute finanziariecon 300 milioni di euro. Evidentemente – conclude Melandri -la paura del referendum sul legittimo impedimento supera digran lunga il senso del benessere della cosa pubblica daparte dell’attuale maggioranza. Davanti a tale scelta non ciresta che dire: Lega ladrona!”