giovannamelandri

Da Marsilio parole aberranti.

In Senza categoria on settembre 16, 2010 at 4:20 pm

Se le parole dell’assessore capitolino Marsilio a proposito dei bambini “non italiani” sono da intendersi come un lapsus, tradiscono una visione culturale, sociale e, purtroppo, antropologica a dir poco aberrante.
Se, invece, sono state dette con ponderata riflessione esprimono una visione politica che non può in alcun modo essere accettata da una città civile come Roma.
In entrambi i casi, è allucinante che chi dovrebbe occuparsi della pianificazione educativa delle nuove generazioni viva ancora con tanto imbarazzo il processo migratorio, al punto tale di dover erigere steccati identitari laddove, invece, si dovrebbe lavorare instancabilmente per lanciare quei ponti che consentano a tutti coloro che vivono a Roma – soprattutto a chi c’è nato! – di sentirsi a casa propria e di trovare continue opportunità di crescita e di cooperazione al bene dell’intera comunità.
Ci aspettiamo che l’amministrazione comunale si scusi sinceramente per aver offeso così volgarmente la dignità tutti i romani; quale che sia la loro origine, più o meno remota.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: