giovannamelandri

MAFIA: MELANDRI, E’PREMIER A FARE CATTIVA PROMOZIONE A ITALIA

In Senza categoria on aprile 16, 2010 at 1:57 pm

”Purtroppo, a fare cattiva promozione dell’Italia nel mondo non c’e’ solo la criminalita’ organizzata, ma un laborioso contributo, in questi anni, l’ha offerto proprio il  Presidente del Consiglio”. Lo dice Giovanna Melandri del Pd.
”Basta fare un giro sui portali dei piu’ importanti quotidiani internazionali – spiega – per vedere quanto il nostro
Presidente del Consiglio abbia contribuito a proiettare un’immagine assolutamente negativa del Paese. Berlusconi,
tuttavia, non lascia nulla al caso, di certo le dichiarazioni sulla Piovra e su Gomorra sono i consueti strumenti di diversione di massa per spostare l’attenzione dell’opinione pubblica dalla profonda crisi politica che scuote in queste ore il PDL.”

Annunci
  1. Questo tipo d’informazione mi ricorda i bollettini di guerra che ascoltavo quando ero giovinetto. Tutto andava bene e la colpa era degli altri di Churcillone, di Giorgetto d’Inghilterra e dei cattivi italiani anti patria che erano fuggiti all’estero. Ora, dopo anni di lotte, mi domando che cosa abbiamo sbagliato e che cosa potevamo fare per evitare questo scempio. Sicuramente non abbiamo insegnato ai nostri figli quanto può essere pericoloso credere alla propaganda dei finti moderati che traghettano all dittatura.

  2. Sì, speriamo che Fini dia l’addio al Pdl

  3. Saviano dice che la camorra ha paura di chi diffonde le notizie che la riguardano.
    Il presidente del consiglio in questo modo vuole mettere la sordina a chi parla di mafia, ridicolizzando il fenomeno che è sempre più grave.
    Mi chiedo, e vi chiedo: perchè?

  4. Ci si accorge di una valanga solo quando è già avvenuta solo perchè ne vediamo gli effetti: il problema però non è la valanga in sè, quanto invece le cause favorenti o provocanti. Credo che siano in molti a doversi percuotere il petto per ciò che non è stato fatto a tempo debito o per ciò che è stato fatto male come per esempio il fatto di non aver saputo interpretare , adeguatamente, i problemi dei lavoratori, che dall’estrema sinistra sono stati assorbiti da formazioni di destra, oppure aver accettato delle scuole al ribasso, con promozioni di tipo politico, che non hanno consentito la formazione di persone con autonoma capacità di pensiero e critica, nonchè la perdita del contatto continuo con il territorio. Non è la propaganda degli avversari che fa fare brutte figure ad un popolo o che spiana la strada ai regimi, quanto il non aver la capacità di valutare criticamente ciò che viene propinato come verità di fede, premessa indispensabile per poter manipolare un popolo . Non è Gomorra che facilita la Mafia; sarebbe forse da chiedersi se una parte la possono avere eventuali voti di scambio o, sempre eventuali, favori negli appalti. Per combattere tutto ciò bisogna ricreare un popolo, che si è ultimamente perso, cominciando dalle scuole elementari .

  5. Condivido.D’altra parte questo è un singolare rewind di affermazioni passate.Saviano trasmette cio’ che non puo’ altrimenti filtrare dagli organi della comunicazione ufficiale.E soprattutto spiega la genesi dell’infiltrazione malavitosa nelle economie “legali”(compresa,ahimè,quella dei rifiuti speciali).La narrazione civile contro l’informazione /reality.A proposito,giovanna.Continua la tua battaglia (iniziata a Porta a Porta,mi pare)contro Venturopoli.Non sono ammissibili programmi del genere nel palinsesto pubblico.E poi ci domandiamo perchè la gente non pensa.

  6. Sono una maestra di scuola primaria e ho seguito il suo dibattito alla Vita in diretta e sono rimasta sbalordita nel sentire l’affermazione che la televisione è spettacolo e nn influenza affatto il modo di pensare delle ragazzine. Il giornalista e il produttore in studio dovrebbero venire a scuola e vedere quello che succede nelle classi quando i bambini dopo aver visto delle trasmissioni come il Grande fratello ,dove tutti litigano, si azzuffano anche loro per un motivo banalissimo o quando una bambina un pò cicciottella per seguire il fisico delle modelle all’età di 8 anni si è ritrovata anoressica. La televisione è un modello di vita per i ragazzi e nn per essere bigotti, ma noi che ci definiamo adulti dobbiamo salvaguardare la loro formazione e la loro crescita. Vorrei aggiungere un ultima cosa non sono una femminista, anche se da ragazza lo sono stata ,però effettivamente la donna ha perso quello che con tutte le forze le ragazze della mia età con un certo impegno e rispetto per il proprio essere donna avevano conquistato. Continui così nel suo lavoro perchè i ragazzi del futuro sono lo specchio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: